top of page
  • Immagine del redattoreAle Bruzzi

Pagine Social per un Business: la tua più potente Vetrina


Siamo nel 2018, e qualsivoglia attività che oggi non è ben rappresentata sui canali Social sta lavorando male. Non metto in dubbio l’artigianalità, la buona volontà, il duro lavoro offline e la clientela affezionata, ma cari imprenditori state rinunciando ad una fetta di mercato enorme, ed è giusto che ne siate consapevoli. Oggigiorno la gente è connessa 24/24, appena ha un minuto libero apre il proprio smartphone di ultima generazione e cerca, legge, guarda. Che vi piaccia oppure no le persone sono connesse, interagiscono, si costruiscono idee e maturano insieme al web, parlano con gli amici, cercano eventi e attività dove portare la famiglia il fine settimana, cercano un ristorante da provare, scelgono dove comprare il nuovo giubbotto o il nuovo paio di scarpe, o addirittura lo acquistano direttamente senza nemmeno recarsi nel negozio.


In moltissimi paesi e città è già possibile fare la spesa online, e anche chi rimane un cultore degli acquisti offline e si reca in negozio ha sempre già guardato online alla ricerca di informazioni o cercherà prima di acquistarle, ma questo sempre premettendo che già vi conosca.

Ecco il punto: se non vi conoscono, cosa può spingere un ipotetico cliente a venire da voi? Il passaparola mi risponderete! Prontissima risposta di chi non sta facendo business come si deve, perché vorrei proprio sapere in quanti di voi stanno portando a casa guadagni davvero soddisfacenti SOLO con il passaparola.

Il passaparola esiste, ma è lento, arriva quando arriva, e nel frattempo entrano in gioco miriadi di cose a far cambiare l’ipotetica scelta di venire da voi del consumatore. Facciamo un esempio pratico di come un consumatore, anche esposto ad ipotetico passaparola positivo, può non arrivare mai da voi!

SITUAZIONE IPOTETICA: Vorrei provare un nuovo ristorante, e un’amica mi consiglia un ristorante dove si mangia bene… Ottimo, decido che andrò a provarlo! Peccato che durante la giornata e nelle giornate successive vedo su Instagram le foto di un altro nuovo ristorante che hanno aperto. Anche quello mi ispira, lo metto nella lista degli ipotetici posti dove andare a mangiare insieme a quello che mi ha consigliato la mia amica. Passano i giorni, seguo la pagina del ristorante visto su Instagram, vedo altre foto perché quel ristorante, curando la sua “vetrina online”, mi mostra tantissimi piatti che sembrano davvero invitanti. Inoltre, posso vedere facilmente dove si trova, perché il profilo è stato creato come profilo business, posso addirittura prenotare con due click, oppure trovare immediatamente il numero di telefono per chiamare. Passano i giorni, e continuo a vedere le foto del ristorante su Instagram, leggo qualche recensione, commenti positivi di chi ha mangiato lì, sembra interessante… Arriva finalmente il fine settimana! Decido di provare uno dei ristoranti nuovi che mi ispiravano... Peccato che nel frattempo quello della mia amica non ricordo nemmeno più come si chiama, non ricordo dove si trova di preciso, e poi mmm… non ho mai visto foto, né ho informazioni particolari a riguardo. Apro Instagram, riguardo le foto dell’altro ristorante… i piatti mi fanno venir voglia di assaggiarli anche solo a vederli. Trovo l’indirizzo ed il numero facilmente… decido di chiamare, e prenoto lì.

Attività sconosciuta che lavora con il Passaparola - 0 Attività sconosciuta che lavora bene sui Social - 1

Questo è solo un esempio di come anche con il passaparola non sia necessariamente conseguente l’acquisizione di un nuovo potenziale cliente. Questo perché le persone cercano informazioni prima di decidere di provare un nuovo posto o di acquistare o provare un nuovo prodotto. Queste informazioni siamo noi a dovergliele fornire, fa parte del lavoro, e fornirgliele nel miglior modo possibile, ottimizzate e create ad hoc per il tipo di canale e per il tipo di utenza target a cui ci rivolgiamo. Non è un lavoro scontato, né semplice, né da sottovalutare, ed è forse il lavoro più importante da fare quando si ha un business, perché la nostra vetrina, offline ed online, le informazioni su di noi, il contenuto visivo e testuale dei nostri prodotti e/o servizi, fanno parte del nostro Marketing ed è importante farlo con impegno e costanza esattamente come portiamo avanti la nostra attività, perché l’una non può esistere senza l’altra.


Il Marketing è ciò che spingerà il cliente potenziale a trovarci, a scoprire chi siamo, che cosa facciamo, come lo facciamo, perché dovrebbe venire da noi ad acquistare rispetto ad un altro, dove siamo e cosa pensano le persone di noi. Tutti questi aspetti sono di rilevanza fondamentale per far compiere al consumatore la scelta di comprare, e se non lo stiamo facendo o lo stiamo facendo male (il che a volte è peggio che non farlo), stiamo perdendo clienti potenziali ogni giorno.

Quindi da ora in avanti quando pensate ai Canali Social pensate al loro valore per la vostra attività: sono delle vere e proprie Vetrine sul Mondo, che vi permettono di farvi vedere e con le giuste strategie di arrivare al vostro potenziale target. E non c’è limite al potenziale che possono offrirvi, l’unico limite è quanto e come volete investire nella vostra attività, di quale professionista sceglierete per farvi seguire e consigliare, o di non farlo affatto e continuare come avete sempre fatto finora, e di conseguenza arriveranno i risultati.


Pagine Social per un Business: la tua più potente Vetrina
Quando pensate ai Canali Social pensate al loro valore per la vostra attività: sono delle vere e proprie Vetrine sul Mondo, che vi permettono di farvi vedere e con le giuste strategie di arrivare al vostro potenziale target.

Tag:

Comments


bottom of page